One Shot Rally

E alla fine ci siamo, dopo un anno di rinvio visto le condizioni epidemiologiche del nostro paese, l’evento di chiusura ufficiale della stagione HOG è arrivato. Come da tradizione si decide di partire un giorno prima per avere una serata solo per il nostro Chapter e ancor più in linea con la tradizione, la destinazione è coperta dal più assoluto segreto.

Giovedì 11 novembre

Ritrovo per la partenza all’area di servizio S. Zenone Ovest alle 10:30, si arriva tutti puntuali, o quasi, e poi via verso l’ignoto. Una brutta sorpresa ci aspetta in autostrada visto che per un incidente la tratta tra le due uscite di Modena è chiusa, ci troviamo imbottigliati nel traffico e con non poche difficolta riusciamo ad uscire dall’autostrada, proviamo qualche percorso alternativo ma come si può immaginare la viabilità di tutta la zona è completamente in tilt. Riorganizziamo il programma e ci fermiamo per il pranzo nell’area Modenese sperando che dopo pranzo la situazione sia migliorata. Sfortunatamente no per cui si decide di puntare verso la destinazione finale stralciando le tappe intermedie e lasciando solo le soste per il rifornimento dei nostri cavalli meccanici.

A pomeriggio inoltrato finalmente raggiungiamo la nostra meta nel cuore della toscana, Villa La Borghetta a Figline Valdarno. Bellissimo resort ricavato da una villa d’epoca con una splendida vista sulla collina toscana e soprattutto una accogliente SPA che ha risollevato il morale e il fisico di tutti grazie anche ad una bella innaffiata, nel vero senso della parola, di prosecco. Abbiamo trascorso una piacevolissima serata in compagnia gustando dell’ottimo cibo fornito dallo chef dell’hotel e una buona dose di alcool che non manca mai!!!

Venerdì 12 novembre

L’evento è sempre più vicino, la prima tappa assegnata a noi è Perugia. Si parte alle 9:30 puntuali e con grande voglia di viaggiare, il tempo è buono e ci avviamo verso le colline del Chianti che attraverseremo per raggiungere la meta. Il paesaggio sempre spettacolare in autunno veste dei colori sgargianti che tolgono il fiato, ci addentriamo tra dolci colline e curve della strada facendo svolazzare le foglie cadute dagli alberi che trasmettono una sensazione unica e nello stesso tempo surreale. Un paio di soste fotografiche son d’obbligo nonché la pausa caffè a Gaiole In Chianti con foto di rito davanti al Gallo metallico. Il sole ci sostiene e si riparte verso Perugia, sosta panino per pranzo dove Enrico ci aspetta per aggiungersi alla compagnia. Si riparte dopo una sosta ristoratrice e raggiungiamo Perugia nel tardo pomeriggio, breve passaggio in concessionaria e poi via all’hotel per prepararci all’evento serale. Raggiungiamo la location a piedi e finalmente si comincia!!! Una bellissima serata organizzata magistralmente dai ragazzi del Perugia e dai NOS HOG con tanto cibo, musica e soprattutto tanti amici e tanta voglia di divertirsi tutti assieme. SI chiude con la tradizionale spaghettata di mezzanotte e via di ritorno in hotel.

Sabato 13 novembre

Ci risvegliamo in una Perugia offuscata non dai fumi dell’alcool della sera precedente ma da una fitta nebbia che copre la città e ci terrà compagnia per tutta la prima parte del viaggio verso la nostra seconda tappa, Viterbo. Carlo guida magistralmente il gruppo anche in situazioni abbastanza complicate dalla visibilità veramente scarsa e strade di collina non sempre diritte!!! Saliamo in quota e finalmente la nebbia ci abbandona e un sole splendido ci riscalda. Sosta fotografica imperdibile per immortalare un panorama speciale di un mare di nebbia che riempiva completamente le valli sottostanti.

Si riparte e arriviamo per pranzo alla seconda tappa del nostro rally. Timbrato il road book con la tappa corrispondente, via con le foto di rito e tutti a tavola. Incontriamo altri Chapter e festeggiamo con altri amici l’avventura in corso e parliamo delle prossime che ci aspetteranno nel 2022.  Anche qui l’organizzazione dei ragazzi del Viterbo e negli onnipresenti NOS HOG non fa una grinza e tutto fila liscio senza intoppi.

Pranzato si risale in sella verso la terza ed ultima tappa, Arezzo. Visti i tempi e le previsioni non proprio fantastiche si decide di percorrere la distanza verso la meta nel modo più veloce possibile e quindi, autostrada. Arriviamo anche qui nel tardo pomeriggio e dopo una sosta in hotel per rilassarci un po’, una birretta e via, inforchiamo le nostre moto per recarci alla location dell’evento. E qui ci attende il nostro Chef che ci indirizza nel modo migliore per goderci il buon cibo toscano preparato dall’organizzazione. Incontriamo il terzo gruppo di Chapter e quindi alla fine delle tre tappe abbiamo incontrato tutti i partecipanti all’evento. Anche qui grande allegria e voglia di divertirsi e anche in questo caso organizzazione perfetta dei Ragazzi dell’Arezzo e degli immancabili NOS (compreso lo Chef 😊) e tutti soddisfatti. Si chiude anche ad Arezzo con la tradizione aglio e olio di mezzanotte e via di ritorno verso l’hotel accompagnati da una fitta nebbia che ancora una volta ci mette alla prova.

Domenica 14 novembre

Nonostante alcuni ottimisti 😊, decidiamo di partire con le tute antipioggia direttamente dall’hotel, infatti dopo pochi km la pioggia ci accoglie e ci tiene compagnia praticamente fino a casa.

Che dire, questa nuova formula in modalità Rally non è dispiaciuta, ha permesso di fare più KM senza rinunciare né al divertimento né alle relazioni con gli amici appartenenti ai diversi Chapter. Qualcuno diceva “Comunque vada sarà un successo” e sarà sempre così finché chi partecipa lo fa con lo spirito giusto: incontrarsi, divertirsi, pensare solo ad andare in moto e vedere persone conosciute e conoscerne di nuove, non fare caso ad eventuali contrattempi e pensare sempre che è il nostro mondo e la nostra passione.  La formula non conta, conta solo il cuore di chi partecipa. Al prossimo HOG inverno, Winter Rally, One Shot Rally o comunque si chiamerà noi ci saremo.

 

Alberto S.